Il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici

Il Corso di laurea in Scienze dei servizi giuridici appartiene alla classe L-14 delle lauree in Scienze dei servizi giuridici. Il D.M. 16 marzo 2007 assegna a tale corso i seguenti obiettivi formativi qualificanti: acquisizione di un sicuro dominio dei principali saperi afferenti all’area giuridica e della capacità di applicare la normativa ad essi pertinenti, in particolare negli ambiti storico-filosofico, privatistico, pubblicistico, processualistico, penalistico e internazionalistico, nonché in ambito istituzionale, economico, comparatistico e comunitario. Ulteriori obiettivi sono rappresentati dall’abilità ad utilizzare efficacemente una lingua dell’Unione europea oltre l’italiano e dal raggiungimento di adeguate competenze per la comunicazione e la gestione dell’informazione.


Ai fini dell’iscrizione al primo anno di corso (i cui contenuti sono comuni al Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza), è richiesto un diploma di istruzione secondaria superiore o altro titolo di studio equipollente conseguito all’estero, riconosciuto idoneo dalle leggi vigenti. L’iscrizione presuppone un’adeguata cultura generale, nonché buone capacità logico-argomentative e di comprensione linguistica.


La durata del corso di studi è di tre anni e, per il conseguimento della laurea, lo studente deve avere maturato complessivamente almeno 180 crediti formativi universitari (cfu).